slide-1-1920x500 slide-4-1920x500

L'Associazione: storia

  L’Associazione Culturale nacque fin dal 1982, ma fu costituita ufficialmente con atto del notaio Dott. Giovanni De Matteis in data 26.12.1986, registrato in Chieti il 09.01.1987, al n. 4842 di Repertorio, Raccolta n. 1342.
L’Associazione, come detta lo Statuto, ha per scopo:
di riunire tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo folcloristico della zona, senza limiti di partecipazione, sia ai cittadini di Poggiofiorito che a quelli dei paesi limitrofi;
di tutelare, con opportune iniziative che ne permettano la fruizione alla intera collettività, il patrimonio culturale, folcloristico (canto, danza, teatro, poesia, letteratura, musica, e cc.) della Regione Abruzzo;
di divulgare, promuovere e realizzare qualsiasi iniziativa attinente agli usi, costumi, consuetudini e tradizioni popolari, riguardanti il campo dell’arte in genere;
di coadiuvare gli Enti pubblici del turismo e della cultura, a livello comunale, provinciale e regionale, alla diffusione e alla conoscenza di tutti i programmi e progetti  attinenti agli scopi prefissi;
di realizzare manifestazioni ed iniziative che possano esercitare un effettivi richiamo turistico e culturale.
Partendo da tali presupposti, dalla sua fondazione, l’Associazione Culturale “Tommaso Coccione” ha visto realizzati, annualmente, le seguenti manifestazioni e progetti:
- Premio regionale della Canzone Folcloristica abruzzese “ Il leone d’oro di Poggiofiorito” 1986;
- Premio Nazionale di Composizione per Fisarmonica “”Tommaso Coccione” dal 1993;
Detto Concorso è nato sia per valorizzare e far conoscere la figura artistica del M° Tommaso Coccione di Poggiofiorito (1905 – 1941), fisarmonicista e compositore di fama mondiale, che operò negli U.S.A. fino agli anni ’30, sia per divulgare le opere e le composizioni leggere del compianto Maestro.
- Premio Nazionale di Esecuzione per fisarmonica “Tommaso Coccione” dal 1997;
 Detto Concorso, oltre che per gli scopi avanti esposti, vuole anche promuovere la valorizzazione della fisarmonica che, nella sua storia, appartiene soprattutto all’Abruzzo e alle sue tradizioni, quale strumento musicale universale, per le sue capacità armoniche ed espressive.
- Premio regionale di Poesia dialettale abruzzese “Tommaso Di Martino” dal 1992.
Detto concorso è stato intitolato al famoso concittadino Tommaso Di Martino, per ricordarne la figura di valente poeta dialettale ed in lingua, organizzatore delle Feste dell’Uva, grande esponente della Cultura poggese. Egli raggiunse il grado di Generale d’Armata dell’Esercito Italiano e fu l’ideatore della attuale denominazione del paese di Poggiofiorito, nell’anno 1912, già Villarielli.
Museo dell’Arte, del folclore e della civiltà contadina abruzzesi.
Fu istituito nell’anno 1998 con l’intento di raccogliere, conservare e divulgare il vasto patrimonio artistico e culturale della nostra Regione, nonché di salvaguardarlo come si conviene, poiché non esiste in Abruzzo alcun Ente pubblico o privato presso il quale riuscire a reperire opere varie, musicali, poetiche, storiche, letterarie in genere,turistiche, interessanti tutti gli autori della nostra Regione. Questo sia per facilitare la ricerca e lo studio da parte di studiosi nel campo delle tradizioni e della cultura nostrana, sia per la conservazione in un nucleo omogeneo del patrimonio dell’arte e della cultura abruzzese.
Inoltre, l’Associazione ha curato la raccolta e l’esposizione, presso la propria sede sociale, di un vasto assortimento di attrezzi, suppellettili vari ed altro, attinenti alla nostra civiltà contadina tradizionale.
 
Mostra fotografica.
 
   Prettamente di interesse locale, la mostra fotografica permanente è stata allestita per curare, oltre che di memorie, anche di immagini la storia folcloristica di Poggiofiorito. Si possono osservare i costumi variopinti che adornavano le bellissime ragazze ed i baldi giovani nelle feste dell’Uva e della Canzone del settembre poggese. I carri trainati da buoi, a forma di capannole e vigneti, sotto cui i giovani in costume cantavano le belle espressioni della canzone abruzzese.
Inoltre si conservano le immagini dei maestri che si sono succeduti alla direzione corale e le partecipazioni del gruppo Corale medesimo ai vari raduni regionali, interregionali ed estere, quali le partecipazioni a Settimo Torinese, in Svizzera ( due anni consecutivi), in Francia ed in Germania (per tre volte), la partecipazione al Festival dei Canti della Montagna.
Oltre alla immagini del folclore poggese l’Associazione ha curato la raccolta delle foto di tutti i vecchi personaggi di Poggiofiorito, deceduti da diversi anni, per un doveroso ricordo e rispetto della loro attiva partecipazione alla vita paesana.

Visite: 101